Mag
08

Dicono di noi – Giornale di Brescia 8 maggio 2012

Pubblicato il 8 Maggio 2012 da Gussago Insieme

Marchina, un ritorno al passato per guardare verso il futuro

Forte del 34% dei voti l’ex sindaco è di nuovo alla guida del paese In Consiglio entra a sorpresa anche il Movimento Cinque Stelle

Un ritorno al passato che guarda al futuro. A indossare la fascia di primo cittadino di Gussago è ancora una volta Bruno Marchina, che ieri grazie agli oltre 3 mila voti pari al 34,38% è stato eletto per la terza volta sindaco del paese franciacortino.
Una percentuale non da poco se si considera che a concorrere alla carica per la prima volta nella storia gussaghese vi erano ben otto aspiranti sindaco.
Un voto che ha visto la lista civica «Gussago insieme» recuperare in soli due anni e mezzo ben sei punti percentuali rispetto al risultato alle Comunali del 2009.
Ma questa tornata elettorale ha riservato anche altri dati interessanti: il Movimento Cinque Stelle guidato da Mara Rolfi, alla prima partecipazione, è riuscito a ottenere un 7,52% di preferenze, conquistando un rappresentante in Consiglio comunale nonostante una campagna elettorale condotta evitando i confronti tra candidati.
Segnati dalla crisi di governo che ha portato alla caduta dell’Amministrazione guidata da Lucia Lazzari sono Pdl e Lega, che chiudono la verifica delle urne di poco al di sopra del 13% e con un seggio a testa: le due forze politiche, separate da soli sei voti di differenza, hanno perso più di 1.800 voti rispetto al trionfo del 2009.
In linea con il risultato precedente è invece la lista civica «Con Voi» a sostegno di Damiano Ceretti: una lista legata a Pd e Udc che ha raccolto in paese il 21,39%.
Questi i numeri che, nonostante emergano da un dato di affluenza in calo del 10% rispetto alla precedente consultazione, testimoniano come il paese abbia probabilmente voluto premiare l’esperienza e l’approccio con i cittadini avuto negli anni da Marchina, che tuttavia rispetto all’elezione del secondo mandato vede il proprio consenso in calo.
Analizzando il voto sembra che molti dei gussaghesi arrivati nel paese franciacortino da pochi anni abbiano deciso di premiare nuovamente «Gussago Insieme», che alla luce della lunga storia di lista civica è stata probabilmente avvantaggiata anche da quel sentimento di avversione verso i partiti vissuto in questo momento di crisi dagli elettori.
«Siamo qui a ricominciare una avventura interrotta qualche anno fa animati dallo stesso spirito e dalla stessa voglia di operare per il bene del paese –
ha commentato a caldo un raggiante Marchina -. Mi fa piacere però che questa conferma di fiducia arrivi con un gruppo molto rivitalizzato, così come sarà rivitalizzata anche la giunta formata soprattutto da rappresentanti eletti e dal solo assessore al bilancio esterno come d’altronde è nostra consuetudine». «Il primo ma significativo gesto che voglio fare come sindaco al termine della proclamazione ufficiale degli eletti – ha proseguito – è ripristinare la bandiera della pace sulla facciata del comune: un gesto semplice ma che ritengo estremamente significativo. Per il 2012 credo che fare promesse ora sia irresponsabile: il nostro obiettivo per questa prima parte di mandato sarà quello di non sforare il patto di stabilità, senza incidere per quanto possibile sui servizi, mentre dal prossimo anno sarà possibile impostare un programma più serio anche di opere pubbliche». Marchina ha altresì voluto evidenziare come per il futuro «possa essere avviato un serio programma di confronto con la civica Con Voi».
Confronto che anche la stessa «Con Voi» auspica con forza: lo ha ribadito il candidato sindaco Damiano Ceretti. «Eravamo e siamo convinti di poter essere un’alternativa seria di cambiamento – precisa Ceretti -: come è nel nostro stile affronteremo questo ruolo di opposizione con serietà, come abbiamo sempre fatto anche in precedenza. Ci auguriamo però che i vincitori siano consci di rappresentare comunque una minoranza della popolazione e pertanto, anche alla luce del difficile momento in cui ci troviamo a vivere, cerchino la maggior collaborazione possibile».
Annuncia battaglia invece la Lega Nord guidata da Francesco Palermo, che non fa sconti commentando il ritorno di «Gussago Insieme» alla guida del paese: «Torna a governare un sindaco che ha segnato il recente passato con scelte arroganti e dannose, spesso rimaste ignote ai cittadini. Ritengo che la democrazia sia informazione e per questo intendiamo come opposizione vigilare sull’operato della nuova Amministrazione comunale, perché la funzione di governo del nostro paese non si trasformi in esercizio arrogante del potere».
Per le restanti forze in competizione va segnalato che sale il consenso per Sinistra a Gussago (ha ottenuto il 5,71%), mentre «Pro Lombardia» si ferma al 2,69% e la civica «Noi di Gussago» chiude con soltanto l’1,99%.

fonte: Giornale di Brescia 8 maggio 2012 – pagina 24

Scarica PDF articolo

Questa voce è stata pubblicata in Dicono di noi. Contrassegna il permalink.